martedì, 25 Giugno 2024
5.2 C
Torino

Il Piemonte prosegue con importanti opere stradali

Notevoli passi avanti sull costruzione dell’autostrada Asti-Cuneo, nodo stradale fondamentale per il Piemonte. “Stiamo lavorando con Rfi per trovare nell’accordo di programma i milioni necessari per chiudere con le compensazioni per il territorio. Si parla di diversi milioni di euro da investire nei Comuni che hanno portato pazienza in questi anni, quindi ringrazio queste comunità e i sindaci, e questa pazienza verrà ricompensata non solo con una grande infrastruttura ma anche da opere che potranno aiutare i cittadini“. Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio ha parlato di “giornata storica: quando ho assunto la guida dell’Ente, quest’opera era bloccata come tante infrastrutture strategiche del Piemonte, oggi invece si va a pieno ritmo, parte la tratta italiana a testimonianza di come ormai il processo è irreversibile. Se uniamo questo all’aver sbloccato il cantiere dell’assegnazione dell’Asti-Cuneo, l’assegnazione dei lavori sulla Pedemontana Masserano-Ghemme, il Parco della Salute di Torino, per cui sono partite le lettere, abbiamo quattro straordinarie opere per il Piemonte che erano bloccate e oggi veleggiano verso la loro realizzazione. Questo è il Piemonte che ci piace, a cui lavoriamo“.

Scavi sulla Torino-Lione e Distretti del Commercio

In Valsusa partono gli scavi del tratto italiano del Moncenisio, della linea Torino-Lione con una cerimonia alla presenza del ministro delle Infrastrutture Salvini. Altri 35 distretti del commercio ammessi al finanziamento regionale e del presidente Cirio Sono, 35 i progetti di rilancio del commercio di vicinato ammessi al finanziamento regionale di 8.740.000 euro stanziati nell’ultimo bando del 2023. Con quest’ultimo provvedimento la Regione dal 2020, quando ha istituito i distretti urbani e diffusi del commercio, ha investito più di 23 milioni coinvolgendo oltre 600 Comuni del Piemonte. «Abbiamo così raggiunto – puntualizzano il presidente Alberto Cirio e l’assessore al Commercio Vittoria Poggio – il target fissato nel 2020. Sappiamo che questo risultato è soltanto l’inizio di un percorso che necessita di attenzione continua da parte della Regione, che con questa operazione è riuscita a coinvolgere più di un Comune su due». Nei distretti urbani e diffusi enti pubblici, cittadini, imprese e associazioni possono fare del commercio un fattore di innovazione, integrazione e valorizzazione di tutte le risorse di cui dispone un territorio.

Redazione

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
Pubblicità
- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest Articles