venerdì, 9 Dicembre 2022
6.9 C
Torino

Salta l’udienza del processo Eternit bis: la chiavetta Usb con gli atti è danneggiata

La chiavetta Usb dove si trova “il 90% degli atti” del processo Eternit bis è inservibile. Per questo motivo a sorpresa la Corte d’Appello di Torino, nel giorno in cui avrebbe dovuto emettere la sentenza, è stata così costretta a un rinvio.

Siamo mortificate – hanno spiegato i giudici – ma quando siamo andate a cercare un certo passaggio di una consulenza tecnica non abbiamo trovato più nullaÈ come se la chiavetta fosse vuota o danneggiata“.

Chi è l’imputato?

L’imputato è l’imprenditore svizzero Stephan Schmidheiny, per il quale il Pg aveva chiesto la conferma della condanna a 4 anni. L’accusa nei suoi confronti riguarda la morte di due persone dovuta, secondo la procura, all’amianto lavorato nello stabilimento di Cavagnolo.

Rinvio a fine settembre

La Corte ha chiesto al procuratore Pellicano di recuperare il materiale e il magistrato ha affermato che si rivolgerà al collega che sostenne l’accusa al processo di primo grado. La causa è così stata rinviata a fine settembre per “ricostruzione di atti mancanti, anche se la sentenza arriverà con tutta probabilità ad ottobre in quanto alle difese verranno concessi altri 15 giorni.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
Pubblicità
- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest Articles