martedì, 25 Giugno 2024
5.2 C
Torino

Lo Russo all’incontro CGIL: “momento delicato per il futuro del Paese”

“La politica ha l’obbligo di trovare la coesione, mettere le cose che uniscono davanti a quelle che dividono e provare a trovare una sintesi perché il Paese non può permettersi eccessivi livelli di conflittualità sociale e politica”. Ad affermarlo il sindaco di Torino, Stefano Lo Russo, durante l’incontro di questa mattina al Parco Peccei, organizzato dalla CGIL Torino.

fonte: https://www.facebook.com/cgilTorino

All’incontro era presente anche il segretario Massimo Landini per affrontare temi quali il salario minino, la pace, la condizione dei precari, il tema dell’ambiente e della pace oltre che del futuro della città sabauda. A tal proposito, Landini ha affermato che “il futuro di Torino non è nel libro o nel turismo. Inutile girarci attorno, senza auto e senza industria sarà difficile creare posti di lavoro”. Il segretario ha poi sottolineato come “le grandi questioni nazionali sono assenti dai tavoli del governo, l’auto è una di queste, l’altra è quella del salario minimo. Capisco le esigenze degli imprenditori che chiedono il taglio del cuneo fiscale ma è ora di aiutare i lavoratori”.

Clima da campagna elettorale permanente

“Questo è un passaggio molto delicato per l’Italia – ha spiegato il sindaco Lo Russo – in cui ci giochiamo il futuro del Paese se impegniamo male le risorse europee”. Le vere questioni del Paese richiedono compattezza – ha concluso Lo Russo – ma non vedo in tutti questo livello di consapevolezza e responsabilità. Siamo entrati in una campagna elettorale permanente e questo mi inquieta come cittadino, come esponente politico e come sindaco. Per fare investimenti bisogna avere certezze, interlocutori e strategie certe. Deve essere una priorità per tutti, sindacati, industriali, corpi intermedi e partiti politici”.

Jessica Scano
Jessica Scano

Classe 1993, laureata in Scienze della comunicazione all'Università degli studi di Torino, giornalista pubblicista. La passione per il giornalismo la spinge a frequentare la Scuola di giornalismo e relazioni pubbliche Carlo Chiavazza di Torino. Ha svolto attività di ufficio stampa ed ha collaborato con diverse realtà del territorio, dalla carta stampata alla radio.

Jessica Scano
Classe 1993, laureata in Scienze della comunicazione all'Università degli studi di Torino, giornalista pubblicista. La passione per il giornalismo la spinge a frequentare la Scuola di giornalismo e relazioni pubbliche Carlo Chiavazza di Torino. Ha svolto attività di ufficio stampa ed ha collaborato con diverse realtà del territorio, dalla carta stampata alla radio.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
Pubblicità
- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest Articles