mercoledì, 7 Dicembre 2022
6.9 C
Torino

Piemonte, 13 milioni dal Pnrr per l’efficientamento edilizio

Negli scorsi mesi, il Pnrr con il programma “Sicuro, verde e sociale” aveva previsto per il Piemonte circa 85 milioni di euro, destinati all’efficientamento energetico, alla riduzione del rischio sismico, alla verifica statica e all’incremento del patrimonio dell’edilizia residenziale pubblica.

L’obiettivo del programma è il raggiungimento della sostenibilità ambientale, che porti ad un risparmio del 35% del consumo medio di un alloggio. Gli interventi di miglioramento energetico richiedono un incremento minimo di due classi energetiche per ogni edificio o appartamento interessati dal finanziamento.

Ieri, in Regione è arrivato l’ok per stanziare il 15% delle risorse messe a disposizione dal Piano europeo. Pertanto, verranno subito messi a disposizione 12,81 milioni che serviranno soprattutto per finanziare i progetti dei Comuni e delle Agenzie territoriali per la casa (Atc). Nello specifico, al Piemonte Nord andranno 2,61 milioni, al Piemonte Centrale 7,15 milioni e al Piemonte Sud 3,06 milioni.

Caucino: “Le tempistiche sono fondamentali”

“Fondamentali – sottolinea l’assessore alla Casa Chiara Caucino – sono ora le tempistiche: il mancato rispetto dei termini previsti dal cronoprogramma o la mancata alimentazione dei sistemi di monitoraggio comportano la revoca del finanziamento”. “E’ un piano molto ambizioso – prosegue – che risolverà almeno in gran parte i deficit strutturali dell’edilizia residenziale pubblica. Coinvolgerà in tutto il Piemonte 1914 abitazioni, con l’obiettivo del risparmio del 35% del consumo medio per ogni alloggio”. “La soddisfazione di veder concretizzare i progetti con lo stanziamento della prima tranche di risorse – aggiunge – mi ripaga di tutti gli sforzi compiuti in questa corsa contro il tempo, che non è ancora terminata. I mei uffici di via Bertola e i miei ottimi dirigenti e funzionari sono a disposizione per dirimere qualsiasi dubbio: esorto chi ne avesse a contattarli per evitare di perdere un treno che difficilmente passerà una seconda volta”.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
Pubblicità
- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest Articles